Home > News > Informativa Ambiente & Sicurezza Gennaio 2016

Informativa Ambiente & Sicurezza Gennaio 2016

28/01/2016

SISTRI - REGISTRO INFORTUNI - NOVITA' OT24 - VISITE PREASSUNTIVE - BANDO ISI 2015

 

1. PROROGA SANZIONI SITRI

Nel consueto decreto di fine anno "Milleproroghe" è stato inserito il rinvio al 2017 delle sanzioni per il mancato utilizzo del SISTRI.

Il Governo ha rinviato di un anno l'adeguamento al sistema pertanto sono in sospeso per il 2016 l'applicazione delle sanzioni.Quindi per il 2016 si andrà avanti con il cosiddetto "doppio binario".   Sarà obbligatorio continuare ad utilizzare i tradizionali registri di carico/scarico ed i formulari, parallelamente, chi lo vorrà, avrà facoltà di utilizzare il SISTRI.

Ricordiamo di seguito l’obbligo di iscrizione e di versamento del contributo annuale per le aziende che producono rifiuti speciali pericolosi e che hanno più di 10 addetti. 

Al momento, sono in vigore le sanzioni relative all’iscrizione obbligatoria e al versamento del contributo annuale, mentre le sanzioni relative alla compilazione sono state prorogate al 31.12.2016. 



2. ABOLIZIONE REGISTRO INFORTUNI

L'Inail, al fine di offrire agli organi preposti all'attività di vigilanza uno strumento alternativo utile ad orientare l'azione ispettiva, ha realizzato un cruscotto nel quale è possibile consultare gli infortuni occorsi ai dipendenti prestatori d'opera e denunciati dal datore di lavoro all'Inail. 

Il cruscotto infortuni, disponibile a partire dal 24 dicembre 2015, è accessibile agli organi preposti all'attività di vigilanza nell'area dei servizi online del sito Inail con l'inserimento delle credenziali e prevede per l'utente la competenza territoriale regionale, quale parametro per la ricerca dei dati infortunistici.



3. NOVITA' 2016 RIDUZIONE PREMIO INAIL OT24

L'oscillazione per prevenzione riduce il tasso di premio applicabile all'azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all'Inail. In base al decreto ministeriale 3 dicembre 2010 la riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo, come segue:

lavoratori-anno riduzione
fino a 10    28%
da 11 a 50 18%
da 51 a 200 10%
oltre 200 5%

La scadenza per la presentazione della domanda, esclusivamente in formato elettronico, è fissata entro il 29 febbraio e per accedere alla riduzione si dovranno evidenziare gli interventi migliorativi ai fini prevenzionistici, ulteriori a quelli già obbligatori per legge, realizzati nel corso dell'anno precedente.La grande differenza introdotta da quest'anno è l'obbligo per l'Azienda, in fase di compilazione del modello on-line, di allegare la documentazione probante per ogni intervento realizzato secondo le modalità previste dal portale INAIL.



4. VISITE PREASSUNTIVE

Nel testo pubblicato sulla G.U. è scomparso quanto presente nello schema di decreto inviato dal Governo al Parlamento per il parere delle competenti commissioni di Camera e Senato, cioè la modifica dell'art. 41 del D.lgs. 81/08 che aboliva la visita medica in fase preassuntiva. 

Si ritorna quindi alla possibilità della visita medica preventiva in fase preassuntiva.



5. BANDO ISI INAIL 2015

L'INAIL ha pubblicato il BANDO ISI 2015 che prevede il finanziamento in conto capitale per le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. 

L’agevolazione consiste nell’ottenimento di un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammesse per un limite massimo di € 130.000 e un limite minimo di € 5.000. 

Le imprese possono presentare un solo progetto riguardante una sola tipologia di intervento tra :

  • Progetti di investimento volti a migliorare le condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori.
  • Progetti per l’adozione di Modelli organizzativi (es: BS OHSAS 18001) e di Responsabilità Sociale (ex D.lgs. 231/01).
  • Progetti di bonifica da materiali conteneti amianto.

La finestra temporale per la presentazione della domanda, esclusivamente on-line sul portale dell'INAIL, andrà dal 1 marzo al 5 maggio 2016      

 

Il nostro staff tecnico resta a Vs. disposizione per eventuali chiarimenti e/o approfondimenti.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF