Home > News > Informativa Ambiente & Sicurezza luglio 2017

Informativa Ambiente & Sicurezza luglio 2017

21/07/2017

M.O.C.A. - CAVI ELETTRICI - MATERNITA' - DEFIBRILLATORE

1. COMUNICAZIONE M.O.C.A. 

E’ entrato in vigore il 2 APRILE 2017 il decreto legislativo n. 29/2017 “Disciplina sanzionatoria per la violazione di disposizioni di cui ai regolamenti (CE) n. 1935/2004, n. 1895/2005, n. 2023/2006, n. 282/2008, n. 450/2009 e n. 10/2011, in materia di materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari e alimenti (MOCA)”.
Il decreto stabilisce le sanzioni per la violazione degli obblighi derivanti dai regolamenti comunitari che normano i materiali che possono venire a contatto con gli alimenti (MOCA).
Rispetto alla precedente disciplina viene introdotto l’obbligo per gli operatori che producono, trasformano o distribuiscono materiali o oggetti destinati ad entrare in contatto con prodotti alimentari di comunicare all’autorità sanitaria territorialmente competente gli stabilimenti che eseguono le attività. 
La norma prevede obblighi relativi al corretto impiego e corretta gestione di questi materiali anche per gli utilizzatori relativi alla produzione, al confezionamento e alla vendita di alimenti. 
La comunicazione all’autorità sanitaria territorialmente competente dovrà essere effettuata entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, ovvero entro il 31 luglio 2017.

 

2. OBBLIGO MARCHIO CE CAVI ELETTRICI

Con la pubblicazione della norma EN 50575, nell'elenco delle norme armonizzate per il Regolamento CPR 305/2011, anche i cavi elettrici, soggetti già a marcatura CE per la Direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE, dovranno essere marcati CE anche ai sensi del Regolamento CPR.
Dal 1 Luglio 2017 i cavi non marcati CE non potranno più essere installati in edifici ed opere di ingegneria pubbliche o private.

 

3. DOCUMENTO VALUTAZIONE MATERNITA’

Si ricorda come in tutti i Documenti di Valutazione Dei Rischi deve essere presente una sezione, o un allegato specifico, relativo alla Valutazione del rischio oggettivo in caso di maternità.
Tale valutazione deve analizzare preliminarmente le azioni da mettere in campo, in capo al Datore di lavoro, in caso di segnalazione da parte di una dipendente dello stato di gravidanza, relativamente alla possibilità o meno di continuare al propria attività nel periodo di gestazione.

 

4. DEFIBRILLATORI IMPIANTI SPORTIVI

Dal 1° luglio 2017 è entrato in vigore l’obbligo di dotarsi di defibrillatori semiautomatici anche per tutte le associazioni e le società sportive dilettantistiche. 
Dovrà inoltre essere garantita, durante l’attività sportiva, la presenza di personale debitamente formato all’utilizzo del dispositivo salvavita.
Vengono escluse dall’applicazione alcune tipologie di attività riportate nell’allegato 1 al decreto, come ad esempio bocce, golf, tiro con l’arco ecc.

 

Il nostro staff tecnico resta a Vs. disposizione per eventuali chiarimenti e/o approfondimenti.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF