Home > News > Informativa Ambiente & Sicurezza marzo 2017

Informativa Ambiente & Sicurezza marzo 2017

21/03/2017

ESPOSIZIONE PROFESSIONALE - LAVORI USURANTI - MILLEPROROGHE - MUD - RLS

 

1. LIMITI DI ESPOSIZIONE PROFESSIONALE

E'stata pubblicata dalla Commissione Europea la "Direttiva 2017/164" volta a definire un quarto elenco di valori indicativi di esposizione professionale n attuazione della direttiva 98/24/CE.
La direttiva riporta il quarto elenco dei valori limite indicativi di esposizione professionale per 31 sostanze chimiche che andranno ad integrare, una volta recepita la direttaiva, i valori limite di esposizione professionale, i quali dovranno essere considerati nella valutazione del rischio “chimico”.
Il termine per il recepimento da parte del nostro ordinamento è previsto per il 21 agosto 2018.

 

2. LAVORI USURANTI

Con l'approvazione della Legge di Bilancio 2017, sono state aggiornate alcune regole di tutela previdenziale per i cosiddetti LAVORI USURANTI, sia per quelli già previsti dall’art.24 della Legge 214/2011 sia per altri di cui è stata riconosciuta l’incidenza negativa sul benessere psico-fisico dei lavoratori.

Vengono ora considerati LAVORI USURANTI, e quindi ricompresi nelle maggiori tutele previdenziali:

• Lavori in catena di montaggio per produzione di serie, con misurazione di tempi e metodi ed attività monotona e ripetitiva
• Guida di veicoli trasporto persone, almeno 9 posti, compreso il conducente

Sono inoltre state riviste le lavorazioni considerate "LAVORI GRAVOSI", per i quali sono previste regole per richiedere l'anticipo pensionistico (APE), non penalizzato economicamente.

 

3. DECRETO MILLEPROROGHE

Con l'approvazione del così detto "DECRETO MILLEPROROGHE 2017" vengono introdotte alcune importanti novità in materia antinfortunistica:

1) prorogato al 31 dicembre 2017 l'obbligo di adeguamento alla normativa antincendio per gli edifici scolastici e i locali adibiti a scuola; 
2) prorogato al 31 dicembre 2017 il subentro del nuovo concessionario e il periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del Sistri;
3) prorogato al 31 dicembre 2017 entrata in vigore dell'obbligo di formazioneper gli addetti alla uso di macchine agricole, con obbligo di aggiornamento fissato entro il 31/12/2018;
4) prorogate al 12 ottobre 2017 le normative vigenti in materia di tenuta dei registri degli esposti ad agenti cancerogeni e biologici (istituzione regsitri telematici).

 

4. MUD

Con la presente siamo a ricordarvi che entro il 30 Aprile 2017, dovranno essere presentati alla Camera di Commercio competente i modelli unici di dichiarazione ambientale (MUD) per i rifiuti prodotti e smaltiti nell’anno 2016. 


Sono OBBLIGATE alla presentazione del MUD, in base al tipo di rifiuto prodotto o gestito:

• chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
• commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
• imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti; 
• imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
• imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Continuano ad essere ESONERATI dalla presentazione del MUD anche con presenza di più di 10 lavoratori, a patto che abbiano prodotto solo rifiuti NON pericolosi:

• le imprese che esercitano attività di demolizione o costruzione; 
• le imprese che esercitano attività di commercio o di servizio. 

Si ricorda inoltre che la Legge 28 dicembre 2015, n. 221 prevede che le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché' i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 assolvono all'obbligo di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto.

 

5. RLS

Come ogni anno, si ricorda la scadenza del 31 marzo relativa alla comunicazione telematica all’INAIL del nominativo del RLS, nel caso fosse di nuova nominata o variato nel corso dell’anno 2016.

 

Il nostro staff tecnico resta a Vs. disposizione per eventuali chiarimenti e/o approfondimenti.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF