Home > News > Informativa Ambiente & Sicurezza dicembre 2020

Informativa Ambiente & Sicurezza dicembre 2020

09/12/2020

DPCM 3/12/20 - DENUNCIA VOLUMI IDRICI - GESTIONE RIFIUTI

 

DPCM 3/12/2020

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, in vigore fino al 15 gennaio, introduce misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 specifiche per il periodo Natalizio.

Le principali misure prevedono: 

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell'ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse Regioni o Province Autonome. Nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato anche ogni spostamento tra Comuni.

Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5. A Capodanno viene esteso fino alle 7 del mattino del 1 gennaio 2021;

Gli italiani che andranno all’estero per turismo dal 21 dicembre al 6 gennaio al rientro dovranno sottoporsi alla quarantena. Anche i turisti stranieri che arrivano in Italia nello stesso periodo dovranno sottoporsi dalla quarantena.

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) nelle zone gialle sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi;

 

 

SCADENZA DENUNCIA VOLUMI IDRICI SCARICATI 2020

Secondo quanto disposto dall’art. 165 del D. Lgs. 152/2006, i titolari di scarichi reflui industriali in pubblica fognatura devono presentare all’Ente gestore della rete fognaria la denuncia annuale delle acque reflue industriali scaricate durante l’anno 2020.

La scadenza è fissata per il 31 gennaio 2021.

 

 

GESTIONE DEI RIFIUTI – D. Lgs 116 del 2020

Il D.Lgs 116 del 2020 modifica il D. Lgs 152/06 recependo le nuove disposizioni europee sui rifiuti, gli imballaggi e i rifiuti di imballaggio.

Tra le principali novità, di seguito si riportano le disposizioni di più immediata applicazione:

  • Aggiornamento, entro il 31 dicembre 2020, dei criteri per la classificazione dei rifiuti e relativa codifica CER.

  • A partire dal 1° gennaio 2021 i rifiuti indifferenziati e da raccolta differenziata che sono simili per natura e composizione ai rifiuti domestici ma prodotti dalle attività industriali non potranno più essere classificati come urbani, bensì dovranno essere gestiti come rifiuti speciali.

  • Tempi di conservazione dei registri di carico/scarico rifiuti e dei formulari FIR ridotti a 3 anni.

  • Modifiche relative alla gestione amministrativa dei rifiuti (tenuta dei registri, formulari)

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF