Home > News > Informativa Ambiente & Sicurezza novembre 2017

Informativa Ambiente & Sicurezza novembre 2017

06/11/2017

M.O.C.A. - INFORTUNI - REGISTRO ESPOSTI - AMBIENTE - STRESS LAVORO CORRELATO

1. NOTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA SUI M.O.C.A.   

In riferimento al D.Lgs. 10 febbraio 2017, n. 29, che impone oneri di comunicazione alla AUSL (mediante SUAP), per gli stabilimenti che eseguono attività riguardanti materiali ed oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti (MOCA), informiamo che sono pervenute le precisazioni del Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica della Regione Emilia Romagna, in risposta alla nota di chiarimenti inviata da Confindustria Emilia Romagna, di cui vi avevamo già anticipato il contenuto in via informale(1).
Riportiamo di seguito le risposte appena pervenute dalla Regione che si riserva di sottoporle al Ministero della Salute per un uniforme comportamento su tutto il territorio nazionale:


1) le aziende che producono macchinari destinati al contatto con gli alimenti, sono a tutti gli effetti operatori MOCA; allo stesso modo, chi costruisce i singoli pezzi destinati ad essere successivamente assemblati è sicuramente un operatore MOCA, qualora questi pezzi (es. nastri trasportatori, contenitori, condotti attraverso cui gli alimenti passano) siano destinati nella macchina assemblata al contatto diretto con l’alimento;


2) gli stabilimenti che producono alimenti non devono effettuare la comunicazione relativamente ai MOCA che utilizzano per confezionare gli alimenti prodotti, a meno che non effettuino anche una specifica attività di trasformazione o di vendita all’ingrosso di MOCA;


3) le etichette che entrano a diretto contatto con gli alimenti sono a tutti gli effetti MOCA.

 

2. DENUNCIA INFORTUNI 

Dal 12 ottobre 2017 ciascun datore di lavoro deve comunicare all’Istituto la malattia del proprio dipendente, anche se non superiore ai tre giorni, come in precedenza.
Per l’infortunio di un solo giorno oltre quello dell’evento, è necessario inviare la comunicazione all’Inail.
La norma, introdotta con il decreto del Ministero del Lavoro 183/2016, doveva esser in vigore già dal 12 aprile 2017. E’ stata però rinviata con il DL Milleproroghe 244/2016.
In precedenza l’obbligo della comunicazione per infortunio valeva per una prognosi superiore ai tre giorni, dal 12 ottobre invece i giorni sono stati anticipati ad uno più il giorno dell’infortunio.

 

3. REGISTRO ESPOSIZIONE AGENTI CANCEROGENI, MUTAGENI O BIOLOGICI 

Dal 12 ottobre l’INAIL ha introdotto la modalità di invio telematico per i registri degli esposti agli agenti cancerogeni e/o mutageni e biologici.
In un primo momento tale servizio di trasmissione telematico è riservato ai datori di lavoro titolari di Posizione assicurativa territoriale (Pat), mentre gli altri datori di lavoro pubblici e privati, comunque assoggettati al medesimo obbligo ove ne ricorrano i sopra richiamati presupposti, provvederanno all’inoltro dei dati afferenti al Registro di esposizione tramite Pec, mediante l’utilizzo dei moduli presenti sul portale INAIL.

 

4. CATASTO REGIONALE IMPIANTI TERMICI EMILIA ROMAGNA

Il catasto regionale degli impianti termici, denominato CRITER, è un sistema informativo regionale relativo agli impianti termici, in cui confluiranno e verranno aggiornati i dati relativi agli impianti termici presenti sul territorio regionale.
Dal 1 giugno 2017 e non oltre il 31 dicembre 2018, in occasione di nuove installazione e delle verifiche periodiche di legge, le imprese installatrici o manutentrici hanno l’obbligo di registrare il libretto unico di impianto presso il Catasto regionale degli impianti termici (CRITER).
Resta in capo al responsabile dell’impianto (o terzo Responsabile ove nominato) di rendere disponibili all’impresa installatrice e/o manutentrice i dati necessari alla registrazione del Libretto di impianto.
La responsabilità di far registrare il libretto d’impianto resta in capo al Responsabile dell’impianto (o terzo Responsabile ove nominato), che in caso ciò non avvenga è punito con una sanzione amministrativa da 500 a 3.000 Euro.

 

5. AMBIENTE / H.A.C.C.P.

Pubblicato in Gazzetta il Decreto 3 luglio 2017, n. 142 “Regolamento recante la sperimentazione di un sistema di restituzione di specifiche tipologie di imballaggi destinati all’uso alimentare, ai sensi dell’articolo 219-bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. “ che è entrato in vigore il 10 ottobre 2017.
Si tratta del regolamento introdotto dal Ministero dell’Ambiente per la “sperimentazione su base volontaria del sistema del vuoto a rendere su cauzione per gli imballaggi contenenti birra o acqua minerale serviti al pubblico da alberghi o residenze di villeggiatura, ristoranti, bar e altri punti di consumo, di cui all’articolo 219-bis del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nonché le forme di incentivazione”.
La sperimentazione sarà di 12 mesi e inizierà 120 giorni dopo l’entrata in vigore del Decreto.

 

6. VALUTAZIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO

Con la recente pubblicazione da parte dell’INAIL de “LA METODOLOGIA PER LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO Edizione 2017” l’istituto ha rivisto e migliorato la metodologia per la valutazione di uno dei rischi che incidono maggiormente, ma in maniera meno evidente rispetto ad altri, sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.
La nuova metodologia approfondisce i criteri di misurazione per dati oggettivi in riferimento ad indicatori critici (infortuni, assenze dal lavoro, malattie, ecc.) definendo in modo univoco il calcolo dell’andamento temporale degli stessi.
Viene inoltre rivesti il punteggio complessivo di tuti gli indicatori previsti nel questionario di valutazione.

 

 

Il nostro staff tecnico resta a Vs. disposizione per eventuali chiarimenti e/o approfondimenti.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF